+39 02 58302122

I migliori agriturismi
della Lombardia

Notizie da Agriturist

In partenza corso per operatori di Fattoria Sociale

EAPRAL, con il patrocinio di Agriturist Lombardia, organizza a partire dal mese di ottobre, un corso rivolto agli operatori che vogliono acquisire la qualifica di Fattoria Sociale, che offra gli adeguati strumenti conoscitivi per la progettazione, lo svolgimento e lo sviluppo delle diverse attività svolte dalla Fattoria Sociale. Il corso della durata di 50 ore, che si svolgerà a Milano, presso la sede di Viale Isonzo, 27. Si rivolge ad imprenditori agricoli, titolari, soci e coadiuvanti di cooperatore agricole sociali e cultori della disciplina a tutti i livelli e partirà il 24 ottobre e terminerà il 13 dicembre. Non è previsto alcun requisito di ingresso e le lezioni saranno frontali e con presentazioni di cases study e la visita in una Fattoria sociale.
A coloro che avranno frequentato almeno il 75% delle ore di formazione verrà rilasciato l’attestato di frequenza necessario per l’iscrizione dell’azienda nell’elenco regionale lombardo delle Fattorie sociali.
Per iscriversi è possibile scaricare la scheda dal sito www.eapral.it e inviarla via mail all’indirizzo indicato, oppure inviare una mail di richiesta informazioni a: eapral@confagricolturalombardia.it
Le iscrizioni scadono il 1° settembre.
Le Fattorie sociali, con riferimento alla modalità di coinvolgimento dei soggetti svantaggiati, si distinguono in:

  • fattorie sociali inclusive: si tratta di quelle fattorie organizzate secondo un modello che considera il soggetto debole quale elemento dei processo produttivo agricolo e rientrano in questa definizione aziende che attuano e promuovono l’inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati (quali detenuti in semi-libertà, soggetti con problemi di dipendenze, ex alcolisti, ex tossicodipendenti, malati psichici, persone diversamente abili, minori a rischio di devianza)
    Per quanto riguarda tale tipologia di fattoria sociale la verifica della complementarietà non è necessaria.
  • fattorie sociali erogative: si tratta di quelle fattorie organizzate secondo un modello che considera il soggetto debole fruitore/beneficiario di servizi forniti dalla fattoria stessa, ma che non contribuisce al processo produttivo agricolo. Rientrano in questa definizione le aziende che attivano e promuovono la fornitura di prestazioni e servizi sociali, riabilitativi(abilitativi, educativi e aggregativi per le famiglie e le categorie svantaggiate e per l’accoglienza rivolta a fasce fragili della popolazione (quali anziani, bambini, minori e giovani con difficoltà nell’apprendimento, in condizioni di particolare disagio familiare o a rischio di devianza).

 

Per quanto riguarda tale tipologia di Fattoria sociale è necessario che tali attività possano considerarsi connesse all’attività agricola. La modalità di verifica si attua attraverso il confronto tra il fabbisogno di manodopera (calcolo delle ULA) necessario allo svolgimento delle attività agricole “proprie”  ed il fabbisogno necessario allo svolgimento delle attività sociali.

Leave a Reply